La Corte costituzionale ungherese pronuncia un’importante sentenza sui contro-limiti (tutela dell’identità costituzionale).

di Angela Di Gregorio

A seguito del fallito referendum sulle quote migranti dello scorso 2 ottobre il Governo ungherese ha elaborato in tutta fretta e sottoposto all’approvazione del Parlamento il progetto della VII revisione della Legge fondamentale del 2011. Tale revisione avrebbe esplicitamente introdotto, tra le altre cose, la tutela dell’”identità costituzionale” ungherese sottolineando ancor più il profilo nazionalista della Legge fondamentale ed erigendo contro-limiti piuttosto penetranti nei confronti delle fonti di diritto europee.

La votazione sul progetto, svoltasi l’8 novembre 2016, ha mancato per soli due voti la maggioranza dei due terzi dei componenti richiesta per la revisione costituzionale. Tale defaillance corrisponde perfettamente alle difficoltà numeriche della maggioranza di governo, che a seguito di due elezioni suppletive svoltesi nel febbraio e nell’aprile del 2015 non ha più in parlamento la maggioranza costituzionale, appunto. Nonostante le trattative con il partito di estrema destra Jobbik il Fidesz non ha alla fine accolto le richieste avanzate da quest’ultimo.

In attesa di tempi migliori per la revisione costituzionale è arrivata tuttavia in soccorso al Governo una pronuncia della Corte costituzionale. Nella decisione in questione, del 30 novembre 2016, la Corte costituzionale ha fornito un’interpretazione della Costituzione in cui afferma in maniera inequivocabile che la tutela dell’identità costituzionale, derivante dalla Costituzione storica ungherese, non può essere messa in discussione dalle esigenze dell’integrazione europea. Si tratta di una decisione epocale, paragonata da alcuni costituzionalisti alla somma delle decisioni Solange, Maastricht e Lisbona del Tribunale costituzionale tedesco.

Il testo della decisione, per il momento solo in ungherese, è reperibile sul sito della Corte costituzionale http://alkotmanybirosag.hu/download.php?h=1616

Pubblicato in Cronache costituzionali | Contrassegnato | Commenti disabilitati su La Corte costituzionale ungherese pronuncia un’importante sentenza sui contro-limiti (tutela dell’identità costituzionale).

Republic of Moldova. Presidential elections 2016

di Arianna Angeli

Direct presidential elections were held in Moldova, following the Decision of the Constitutional Court of March 4, 2016. The latter declared the 2000 constitutional amendments introducing the election of the President of the Republic by the Parliament to be ‘not in conformity’ to the Constitution. In the first round, held on October 30, 2016, none of the candidates reached the required 50% majority to be elected. Therefore, a ballot between the two leading candidates was held on November 13, 2016. The candidate of the Socialist Party of the Republic of Moldova Igor Dodon won the second round of presidential elections, with the 52,11% of the votes. Continua a leggere

Pubblicato in Cronache costituzionali | Commenti disabilitati su Republic of Moldova. Presidential elections 2016

Early general elections in Croatia

di Laura Alessandra Nocera

After a non-confidence vote, early parliamentary elections held on September 11, 2016 confirmed the leadership of the right-wing parties, wich have many difficulties to form the new Government. Continua a leggere

Pubblicato in Osservatorio elettorale | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Early general elections in Croatia

Local elections in Bosnia- Herzegovina and the rebirth of nationalism

di Laura Alessandra Nocera

The last elections and a recent referendum vote in Bosnia showed a problematic scenario for the access to the European Union

Continua a leggere

Pubblicato in Osservatorio elettorale | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Local elections in Bosnia- Herzegovina and the rebirth of nationalism

Duma Elections. Processing the results.

di A. Di Gregorio

Secondo il calendario pubblicato sul sito della Commissione elettorale centrale russa (http://www.cikrf.ru/calendar/index.html) la pubblicazione ufficiale dei risultati elettorali avverrà non oltre l’8 ottobre prossimo. Le tappe intermedie prevedono: Continua a leggere

Pubblicato in Focus sulle elezioni in Russia NEW, Osservatorio elettorale | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Duma Elections. Processing the results.

Russian legislative elections, United Russia wins constitutional majority

di Carolina De Stefano

On September 18 in Russia legislative elections were held. The mixed electoral system currently in force allowed the party United Russia to win, out of the 54% of votes, an overwhelming parliamentary majority. Continua a leggere

Pubblicato in Focus sulle elezioni in Russia NEW, Osservatorio elettorale | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Russian legislative elections, United Russia wins constitutional majority

Address to the people of Russia ahead of the State Duma election

Il occasione della giornata unica delle elezioni, il 18 settembre 2016

il Presidente Putin rivolge il seguente messaggio alla popolazione

dal sito del Cremlino

www.kremlin.ru

President of Russia Vladimir Putin: Citizens of Russia,

On Sunday, September 18, we will elect the new State Duma. Many regions around the country will also hold gubernatorial elections and elections to their regional legislative assemblies.

The election campaign is almost over now. All participants have had equal conditions for open and fair competition and the opportunity to set out their views on different problems and present solutions. Voters have had the chance to objectively assess and compare the different parties’ and candidates’ programmes, goals and actions.

The State Duma election is a big event in our life. It is entirely up to you, the citizens of Russia, to decide the shape of our new parliament. I am sure that we all want to bring into the State Duma people who are worthy, competent, energetic and honest, who will carry out the people’s will, live up to voters’ trust, ensure stability, development and national harmony, and will be ready to stand up in unity for Russia’s interests.

I count on your responsible and carefully-considered position as citizens. I call on you to come to the polling stations, cast your votes and express your views.

I am sure that no matter what our political views, participation in the voting is the civic duty of each and every one of us and an expression of our sincere feelings for our country and concern for its future.

Make your choice and vote for Russia!

Pubblicato in Focus sulle elezioni in Russia NEW, Osservatorio elettorale | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Address to the people of Russia ahead of the State Duma election

Hungary: Strategic and Economic Cabinets to Improve Government’s Decision-Making

di Cristiano Preiner

A partire dal 22 luglio 2016 il lavoro dell’esecutivo ungherese è stato riorganizzato. Continua a leggere

Pubblicato in Cronache costituzionali | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Hungary: Strategic and Economic Cabinets to Improve Government’s Decision-Making

Russia. Nuovo pacchetto di misure anti-terrorismo che mettono in crisi i provider della rete

di Angela Di Gregorio

Viene promulgata dal capo dello Stato il 6 luglio 2016 una legge di emendamento alla legge federale “Sul contrasto al terrorismo” e ad una serie di altre leggi federali in relazione all’introduzione di ulteriori misure di contrasto al terrorismo e finalizzate a garantire la sicurezza (cosiddetto pacchetto “Jarovaja” dal nome del suo proponente, la deputata della Duma Irina Jarovaja). Continua a leggere

Pubblicato in Cronache costituzionali | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Russia. Nuovo pacchetto di misure anti-terrorismo che mettono in crisi i provider della rete

United Russia’s 2016 primary elections

di Carolina de Stefano

On 22 May 2016 Russia’s ruling party ‘United Russia’ held primary elections for the selection of candidates that will participate to the upcoming legislative vote in September. Continua a leggere

Pubblicato in Focus sulle elezioni in Russia NEW, Osservatorio elettorale | Contrassegnato | Commenti disabilitati su United Russia’s 2016 primary elections